Una rima tira l'altra

 

Apro la bocca e dico la rima

ride il silenzio che c'era prima

tutte le cose mi siedono intorno

per aspettare la fine del giorno

io le saluto, una per una

so le parole per sole e per luna

so quelle rime che tengono insieme

fiore con fiume, sole con seme

fiume di figli, inzuppati d'amore

che solo il nome fa già buon odore

che con il grido d'uccelli felici

danzano intorno a queste radici

anche le cose ora danzano in tondo

la filastrocca che ha dentro il mondo

sole tramonta, torna domani

rima, rimani.

(Bruno Tognolini, Rima rimani)

 

Si parte dalle rime più vicine (la rima del proprio nome), si passa per quelle più simpatiche (quelle degli animali, per esempio. Come mettere un elefante su un ottovolante? O una giraffa in una caraffa?), magari si fa qualche deviazione per stradine secondarie (che a volte nascondono sorprese bellissime e altre volte non vanno da nessuna parte), ci si ferma un momento o due a scrivere e a pensare (appunti di viaggio, pensieri di passaggio) e infine si arriva (ma chi ha detto che sia una fine e non un inizio?, un arrivo e non una partenza?) alla lettura di filastrocche scritte da autori che, delle rime, ne hanno fatto una questione… d’amore (non di onore, né di terrore e tantomeno di… odore)!

Insomma, un percorso un po’ pazzo, un po’ da inventare, come quei viaggi in cui parti e decidi strada facendo dove andare.

L’unica cosa sicura è che sarà un viaggio in rima (non in prima, ma neanche in retro. E di certo non sarà tetro!).

 

DESTINATARI

Bambini dalle classi III e IV della scuola primaria.

 

TEMPI

1 incontro di 1 ora e 30’.

 

MATERIALE

Le fotocopie dei testi utilizzati.

 

COSTI

Per il costo si prega di mandare una e-mail all’indirizzo info@teatrosanmarco.it .

 

DOCENTE

Il laboratorio sarà guidato da Massimo Lazzeri, attore, regista e drammaturgo.

 

CONTATTI

Massimo Lazzeri, info@teatrosanmarco.it,  cell. 328 7315514.